Quanto è importante “rispettare le corrette distanze” nelle interazioni tra cani e bebè?

Quanto è importante “rispettare le corrette distanze” nelle interazioni tra cani e bebè?

Rispondo subito alla domanda: TANTO!

In gergo cinofilo si parla di Prossemica corretta da avere nei confronti del cane, ma entriamo più in dettaglio definendo le 4 aree di distanza: Pubblica, Sociale, Personale e Intima!prossemica cane

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il cane che sembra ignorare vostro figlio, che annusa e gironzola per casa disinteressandosi (apparentemente) a cosa accade nella culla o nel lettino è un cane che si trova nell’area pubblica, lo sta studiando ma senza interagire in nessun modo con lui.

Il cane che scruta il neonato con la coda dell’occhio, oppure che si siede nella cuccia e lo guarda incuriosito è nell’area sociale, comincia a interagire ma senza alcun contatto fisico.

Il cane si avvicina al neonato annusandolo velocemente, si siede davanti a voi e vi guarda mentre avete il piccolo fra le braccia e magari ci scappa una rapida leccatina a un piedino, è un cane in area personale, tenta i primi approcci e valuta le reazioni dell’altro.

L’area intima è quella in cui stanno accanto a noi in tranquillità, in cui entrano in contatto diretto in modo naturale e spontaneo, ad esempio il cane che si accoccola di fianco a voi e a vostro figlio mentre lo allattate.

Questi comportamenti, queste prese di posizione nello spazio, a cui non prestiamo troppa attenzione ci comunicano tantissime informazioni sullo stato d’animo del nostro cane in quel preciso momento e contesto!

Per questo dico sempre che i cani non vanno MAI forzati nelle interazioni con i bambini.

Il cane ha bisogno dei suoi spazi e in questo caso non è un concetto metaforico, far interagire un cane e un bambino, nel periodo dei primi passi/gattonamenti, in una stanza chiusa priva di vie di fuga (ad esempio con tutte le porte chiuse) non è etologicamente corretto, il cane potrebbe spaventarsi dai movimenti incerti o da un capitombolo improvviso nelle sue immediate vicinanze e di conseguenza associare negativamente quella dinamica!

Se il vostro cane ritiene opportuno allontanarsi quando il bambino arriva nelle sue immediate vicinanze, dovete lasciarlo libero di andare!

Alcuni cani si rintanano sotto al letto, altri si appollaiano sul divano, altri ancora vogliono uscire e andare in giardino, non abbiamo fretta di fargli accettare questa novità (fino a ieri era sempre in braccio e oggi se lo ritrova alla sua altezza!), diamogli tempo, non ci vorranno mesi, qualche settimana al massimo, ma se gli imponete di accettarlo costringendolo a farsi toccare creerete solo dei disagi al vostro cane!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *